MANGANO P18PMNG00274 BORSA DONNA Donna Nero

B07BM7GTGG
MANGANO P18PMNG00274 BORSA DONNA Donna Nero
  • Designer: MANGANO
  • Articolo: P18PMNG00274
  • Colore: RIBES
  • Stagione: Primavera/Estate
MANGANO P18PMNG00274 BORSA DONNA Donna Nero MANGANO P18PMNG00274 BORSA DONNA Donna Nero MANGANO P18PMNG00274 BORSA DONNA Donna Nero MANGANO P18PMNG00274 BORSA DONNA Donna Nero MANGANO P18PMNG00274 BORSA DONNA Donna Nero
Bagnoli di Sopra, Aggredita mentre fa jogging vicino all'ex base militare San Siro, oggi centro accoglienza profughi 17 marzo 2017i

I carabinieri da venerdì sera stanno battendo la zona per rintracciare l'aggressore. Presente anche il colonello Stefano Iasson, comandante provinciale dei carabinieri di Padova e gli agenti della prevenzione crimine della questura

Redazione
18 marzo 2017 08:46
186  Condivisioni
I più letti di oggi
Converse Personalizzate All Star Alta scarpe artigianali stampa Light pink
Le ricerche dell'aggressore da parte di carabinieri

L'episodio è accaduto intorno alle  20.30  di  venerdì . Un  uomo,  straniero, spuntato dal nulla, si è scagliato contro una  40enne del posto  che era andata a fare una corsa lungo la pista ciclabile di  Bagnoli di Sopra  trascinandola poi in un campo.

EX BASE MILITARE.  L'aggressione è avvenuta vicino all' ex base militare diventata hub di accoglienza provinciale dei profughi . Pochi minuti concitati al termine dei quali la donna è uscita a divincolarsi e a scappare. A lanciare l'allarme un automobilista che stava passando per caso e ha notato la donna.

RICERCHE.  Sul posto sono quindi intervenuti i carabinieri che da venerdì sera, anche con l’ausilio delle api, le aliquote di primo intervento, stanno battendo la zona per rintracciare l'aggressore. Presente anche il colonello Stefano Iasson, comandante provinciale dei carabinieri di Padova e gli agenti della prevenzione crimine della questura. Poco prima della mezzanotte è stata recuperata la bicicletta dell'aggressore.



Potrebbe interessarti:  http://www.padovaoggi.it/cronaca/aggressione-donna-jogging-centro-accoglienza-profughi-bagnoli-sopra-17-marzo-2017.html
Seguici su Facebook:  http://www.facebook.com/pages/PadovaOggi/199447200092925

Giugno è il mese della presa di coscienza: si è stati fermi un po' troppo a lungo, la pancetta si vede ed è giunto il momento di rimediare.

di  Fabio Tomasoni 00  - 26 giugno 2017 - 4:35

Più informazioni su

Anche quest’anno la prova costume è alle porte e mette all’erta i bergamaschi di tutte le età.

Come ogni estate i chili di troppo impauriscono, si registra una maggiore affluenza nelle palestre e si notano molti improvvisati runners per le strade e nei parchi cittadini. Giugno è il mese della presa di coscienza: si è stati fermi un po’ troppo a lungo, la pancetta si vede ed è giunto il momento di rimediare.

Nel 2016 quasi il 9% dei bergamaschi risultava affetto da obesità, percentuale che supera la media nazionale (7% gli obesi in Italia) e che è stimata in costante aumento. E allora si corre ai ripari, e si corre nel vero senso della parola.

Addominali, pettorali e braccia i punti più interessati agli uomini. Addominali, glutei e gambe per le donne.

Alessio Rota di Enjoy Club di Dalmine  spiega: “le persone in sovrappeso che si iscrivono in palestra a giugno con la giusta motivazione, riescono a perdere anche 10 chili in tre mesi, ma il lavoro non può limitarsi alla sola estate. Noi consigliamo comunque corsi più lunghi, da 6 a 12 mesi”.

Esistono due tipologie degli aspiranti palestrati estivi: i ragazzi che terminano a giugno gli allenamenti del proprio sport e che si concentrano ora più sul proprio fisico in vista delle vacanze e i sognatori che affollano le palestre in cerca di qualche miracolo per il proprio girovita.

Quest’ultima è la categoria di maggiore rilevanza nelle iscrizioni delle palestre bergamasche a giugno sebbene “rispetto a dieci anni fa la situazione è nettamente migliorata. L’allenamento è oggi parte integrante della routine giornaliera delle persone, che prestano molta più attenzione alla loro salute anche durante l’anno” afferma  Matteo Rossi , responsabile fitness del  CUS di Dalmine.